La creazione di un servizio educativo territoriale significa, in prima istanza, incontrare e accogliere il bisogno che nasce dal disagio di chi è portatore di un modo diverso di esprimersi, di un linguaggio a volte frammentato o inesistente, di un’esplosione violenta di emozioni e sentimenti incontrollati. Vuol dire accompagnare, entrare e mescolarsi nei luoghi quotidiani del minore, condividendo gli spazi, i luoghi, gli ostacoli, e incontrando i familiari, gli insegnanti, i compagni di scuola, i vicini di casa.

Intervenire nel territorio, significa mettere in luce l’importanza che assegniamo al contesto e alle relazioni che lo sottintendono, di considerarlo una situazione di cura, cioè di definirlo terapeutico.

Ci sono vari progetti di educativa territoriale offerti dalla Cooperativa con mandato di Enti pubblici quali:

ASL TO 5, Comune di Chieri, CSSAC, CISA di Nichelino,

Esiste inoltre la possibilità di rapporti con contratti privati con le famiglie.

Per informazioni rivolgersi alla Cooperativa.